Esperienze da altri Stati europei: Scozia

Soil Association Scotland è una organizzazione non governativa che ha per scopo di trasformare gli attuali sistemi alimentari e agricoli in un nuovo contesto di consumo responsabile e di produzioni agricole organiche. Agisce attraverso campagne specifiche, una delle quali si focalizza sul suolo ed è considerata la campagna più importante dell’associazione, perché aspira asalvare la terra da cui tutti noi dipendiamo per la sopravvivenza.

 Partendo dalla constatazione che l’attuale società consumistica non si prende cura di questa risorsa vitale, l’Associazione sottolinea che il suolo sano resta cruciale per la produzione alimentare, per la protezione dalle inondazioni, per la nostra capacità di affrontare il cambiamento climatico. Pertanto la campagna di Soil Association si è data l’obiettivo di aumentaredel 20% nei prossimi 20 anni la materia organica negli orti e nei suoli coltivabili del Regno Unito. Per raggiungerlo ha redatto un documento che invita i responsabili politici e gli agricoltori a fare ciascuno la propria parte.

Alleghiamo qui il documento, considerando che sia importante da usare e diffondere. I benefici che si possono ottenere sono molteplici e Soil Association raccomanda di affrontare le seguenti sette tematiche sia a livello politico dai governi che a livello tecnico nelle aziende agricole:

  1. Aumentare la quantità di materia vegetale e animale da far tornare sui campi
  2. Migliorare il controllo della salute del suolo in tutto il Regno Unito
  3. Favorire la crescita degli organismi del terreno – sia quelli che si accumulano nel suolo sia quelli che rilasciano sostanze nutritive
  4. Fare in modo che il terreno nudo abbia una copertura vegetale continua
  5. Piantare più alberi nei terreni delle aziende agricole
  6. Ridurre la compattazione del suolo dovuta a macchinari e bestiame
  7. Pianificare la rotazione delle coltivazioni in modo da migliorare la salute del suolo

Soil Association ha prodotto anche un rapporto con linee guida per agricoltori e politici. La pubblicazione, scaricabile gratuitamente dal loro sito, si intitola “Living Soils: A Call to Action”.

Le aziende biologiche già adottano queste raccomandazioni, dato che la salute del suolo è al centro di molte delle pratiche biologiche. Un maggiore sostegno per l’agricoltura biologica dovrebbe quindi costituire un elemento chiave dell’obiettivo di accumulo di materia organica nei suoli.

http://www.soilassociation.org/soils

Annunci