Conferenza al Parlamento Europeo su degrado del suolo e del territorio

Il Comitato Ambiente, Salute e Sicurezza Alimentare (ENVI) del Parlamento Europeo, il 28 giugno scorso, ha organizzato un importante incontro su “Degrado del suolo e le sue relazioni con i cambiamenti climatici e le ondate migratorie: le sfide per l’Unione Europea e l’Africa”.

Il panel dei relatori – forse fin troppo vasto – ha visto interventi da parte di alti rappresentanti del Parlamento (ENVI), della Commissione, delle Nazioni Unite e di altre istituzioni internazionali e nazionali. In totale 7 relatori, di cui però uno solo in provenienza dall’Africa.

Di particolare interesse la relazione introduttiva del presidente dell’ENVI che ha sottolineato la fragilità del suolo, sollecitando i presenti a porre maggiore attenzione a tale risorsa in quanto bene comune limitato. L’illustrazione dei dati e delle esperienze da parte della rappresentante delle Nazioni Unite (UNCCD – UN Convenzione per Combattere la Desertificazione) ha permesso di ben comprendere come il degrado del suolo – e più in generale del territorio – insieme ai movimenti migratori di intere popolazioni sia direttamente in relazione ai cambiamenti climatici, oltre naturalmente a guerre e disordini sociali.

I flussi migratori dall’Africa – che tanto spaventano i governi europei e cui si sono aggiunti quelli dovuti alle guerre in Medio Oriente – in realtà producono un impatto ancora più catastrofico nei territori d’origine dei migranti. Al disequilibrio ambientale e all’aumentato abbandono delle attività agricole, con le conseguenti importanti carenze alimentari, va aggiunta la disgregazione dei nuclei sociali dalla tribù, al gruppo, alla famiglia, che neanche il periodo coloniale aveva tanto profondamente modificato.

Altro punto da sottolineare: il meccanismo di degrado del suolo e del territorio descritto per l’Africa è in tutto simile a quello in Europa. Solo una coscienza comune sull’importanza del suolo per la vita può servire a trovare le opzioni adatte a bloccare e far regredire il degrado, sia esso legato al cambiamento climatico che ad altri fattori ambientali o umani.

Maggiori informazioni in tedesco o inglese: mned.brussels@kas.de

Annunci