Bollettino n. 26

Del 16 ottobre

1.ESPERIENZE: Non vogliamo scavarci la terra sotto i piedi

2.NOTIZIE DAL FORUM SIP:

3.NOTIZIE SU SUOLO E ISTITUZIONI EUROPEE: Corte Penale Internazionale (CPI)

4.NON SIAMO SOLI!

Annunci

Non vogliamo scavarci la terra sotto i piedi

Un interessante articolo pubblicato da Europa in Movimento sottolinea l’importanza dell’attuale momento per il suolo. Dopo aver introdotto la campagna ICE People4soil e il suo sito italiano (www.salvailsuolo.it ) il testo illustra l’importanza e la fragilità del suolo. Quindi affronta la dimensione europea.

“E’ una questione così importante? Sì. E sempre di più lo sarà per il futuro. Anche se nell’agenda europea i problemi gravissimi e urgenti sono molti, sarebbe sciagurato considerare la difesa del suolo fertile un tema marginale.

L’Europa è uno dei continenti più urbanizzati. In tutta Europa la pressione di insediamenti, costruzioni, industrie, autostrade, infrastrutture, moltiplica le aree ricoperte, impermeabilizzate, trasformate in superfici artificiali, inquinate senza rimedio. I numerosi rapporti di ricerca prodotti nell’ambito della Commissione UE hanno permesso di conoscere i dati allarmanti di questo processo. Ogni anno la perdita è equivalente all’estensione dell’area urbana di Berlino, e ogni dieci anni si impermeabilizza una nuova superficie pari a quella dell’isola di Cipro. Paesaggi e habitat troppo frammentati perdono integrità e funzione, e la perdita stimata di derrate agricole ammonta a quattro milioni di tonnellate all’anno. Nel 2011, uno dei rapporti più interessanti della Commissione UE ( ‘Overview of best practices for limiting soil sealing or mitigating its effects in EU-27’ ) forniva anche un repertorio di pratiche e di interventi economici, politici, ma anche tecnici e strutturali per limitare il consumo di suolo e mitigarne gli effetti. Ma nonostante questo imponente lavoro le cose non sono certo migliorate, anzi. Continua a leggere “Non vogliamo scavarci la terra sotto i piedi”

È arrivato per gli Angeli del Suolo il tempo di agire

Là dove vi sono gruppi che già sono costituiti, possono attivarsi autonomamente. Siamo però consapevoli che la dimensione europea viene presa in considerazione con difficoltà anche da chi attivamente è impegnato sul territorio.

L’approccio da cui partire è: continuiamo a fare ciò che stiamo facendo, tenendo presente che ciò che accade in Italia non è diverso da ciò che succede negli altri Stati membri dell’Unione Europea. Quando si parla di dimensione europea non ci si riferisce solo alle istituzioni comunitarie, ma a tutte quelle realtà che – come il Forum SIP – si battono nei loro specifici paesi contro speculazioni edilizie, cattivo governo del territorio, degrado del suolo.

Che cosa dobbiamo fare?                  Discutere, parlare, sollecitare, sensibilizzare!

Come? Ecco alcune idee: Continua a leggere “È arrivato per gli Angeli del Suolo il tempo di agire”

People4Soil: Primi passi

Lanciare una campagna a livello dei 28 paesi membri dell’Unione Europea (la Gran Bretagna resta membro fino alla sua uscita definitiva che la macchina burocratica prevede entro massimo due anni) non è impresa facile.

Dodici mesi sono relativamente pochi, specie quando gli strumenti per la raccolta delle firme non sono tutti disponibili.

Il sito italiano www.salvailsuolo.it avverte che non è ancora possibile firmare online. Dunque solo la raccolta cartacea è per ora possibile. Vi alleghiamo nuovamente il modulo, precisando che solo la carta di identità o il passaporto sono considerati documenti validi per il riconoscimento del firmatario.

A tutti coloro che vogliano seguire l’evolversi dell’iniziativa indichiamo il sito .

Corte Penale Internazionale (CPI)

La Corte Penale Internazionale (CPI) è un’istituzione permanente creata a seguito dello Statuto di Roma del 1998, firmato da 120 Stati, entrato in vigore nel 2002 quando ratificato da 60 Stati. Nel 2010 sono stati introdotti degli emendamenti che diventeranno esecutivi nel 2017. La Corte che risiede all’Aia, ha per mandato di giudicare i crimini contro l’umanità, come genocidi, guerre, aggressioni.

Perché ne parliamo? Perché l’Ufficio del Procuratore Generale della Corte ha annunciato nel documento di orientamento ufficiale, che saranno presi in considerazione i crimini implicanti “distruzione dell’ambiente, sfruttamento illegale delle risorse naturali e de-possessione illegale di terre”, cioè crimini ambientali e accaparramento illegale di terre. Continua a leggere “Corte Penale Internazionale (CPI)”

Esperienze da altri Stati europei : Formazione sui microrganismi efficienti nel suolo

Abbiamo già avuto l’opportunità di illustrare le attività di Terres des Hommes sul suolo e l’agroecologia in passato. Segnaliamo qui il loro corso di formazione sui microrganismi efficienti utili al suolo – specie per quello più sfruttato – per una sua bonifica e il recupero della fertilità.

La tecnica, creata da un ricercatore giapponese negli anni ’80, viene dall’America Latina ed è particolarmente utilizzata a Cuba. Recentemente è stata introdotta anche nei nostri climi temperati con risultati molto incoraggianti. Derivata dalla tecnica di EM (microrganismi efficaci), si tratta di una lettiera forestale lacto-fermentata capace di aumentare i microrganismi endogeni utili nei terreni. Questo metodo è facilmente riproducibile da tutti ed ha un costo molto basso. Continua a leggere “Esperienze da altri Stati europei : Formazione sui microrganismi efficienti nel suolo”

Un ministro agricoltore (video)

Segnaliamo due video presentati nel sito dell’Iniziativa 4×1000. Essi affrontano la tematica del suolo, della sicurezza alimentare e del clima.

Nel primo (poco più di 4′, in francese) è lo stesso Ministro francese dell’Agricoltura che, mentre cammina in alcuni terreni agricoli, illustra l’importanza socioeconomica dell’agroecologia: https://vimeo.com/153767824 .

Il secondo (in inglese di circa 3′), è un’animazione che sottolinea le ragioni della creazione dell’Iniziativa 4×1000:

https://webtv.agriculture.gouv.fr//media/permalink/DXpNSLMZznx3M7UmAX44Dw

Ricordiamo che a tutt’oggi il governo italiano non ha aderito all’Iniziativa 4×1000.

Bollettino n.25

Del 1° ottobre 2016

1.ESPERIENZE:        1 immagine = 1000 parole

2.NOTIZIE DAL FORUM SIP:

3.NOTIZIE SU SUOLO E ISTITUZIONI EUROPEE: Studio “Cultura, città e identità in Europa”

4.NON SIAMO SOLI!