People4Soil: Lancio ufficiale della campagna al Salone del Gusto. Torino 22/09/16

Lancio riuscito!

Al Salone del Gusto si è assistito ad un’animata passerella di vedute più o meno diverse, e da parte di alcuni entusiastica.

La sequenza degli interventi è stata quella prevista dal programma:

  • Saluto iniziale di Legambiente coordinatore di People4soil che ha lanciato la campagna;
  • Funzionario italiano della Commissione Europea, il quale ha definito il suolo, i Servizi Ecosistemici, i problemi legati al consumo di suolo, un po’ di storia relativa al tentativo di approvare provvedimenti per il suolo in UE. Insomma, una sintesi utile, conclusa con l’indicazione di alcune direttive europee che indirettamente parlano di suolo (PAC, Direttiva alluvioni, rifiuti, siti contaminati, …) e con l’invito a tutti di partecipare alla conferenza pubblica sul suolo che si terrà a Bruxelles il 5 dicembre prossimo.
  • Presidente di Slow Food, che con la sua abituale verve e lucidità ha detto 2 cose, da ritenere fondamentali: 1.000.000 di firme sono poche su 500.000.000 di cittadini europei, quindi bisogna spingersi più in là. Inoltre ha invitato tutte le associazioni alla cooperazione, tralasciando i conflitti sui cavilli e le diversità – al contrario valorizzando le diversità – evitando di proclamarsi perdenti in partenza per l’incapacità a condividere percorsi comuni.
  • Coordinatore tecnico di Legambiente, che ha raccontato lo stato del movimento People4soil: ora in tutta l’Unione Europea sono 300 le associazioni aderenti.

Ha avuto poi luogo la “Cerimonia ” delle firme con fotografie di gruppo, accompagnate dalle testimonianze dei rappresentanti di 2 comitati nazionali (Francia, Germania)

A questi interventi sono seguiti quelli dei rappresentanti delle organizzazioni, secondo il programma. Interessante il discorso del rappresentante di Coldiretti che ha proposto di costituire una specifica Task Force di associazioni per il consumo di suolo (in pratica c’è già) e ha portato l’esempio di quanto hanno fatto le organizzazioni degli agricoltori insieme ad altre entità rispetto agli OGM che, con questo strumento, sono stati al momento banditi dall’Italia.

Altri speakers hanno ripreso i temi della condivisione, dei valori del suolo, ecc., la rappresentante del FAI ha richiamato la Costituzione, altri hanno proposto adesione alla campagna con motivazioni varie. L’ultimo intervento è toccato al rappresentante del Forum SIP , QUI maggiori informazioni.

Annunci