Consiglio dei Certificatori Biologici Europei (EOCC)

In pochi conoscono l’European Organic Certifiers Council (EOCC), l’associazione di controllo degli organismi che hanno mandato e autorità per occuparsi dell’agricoltura organica in Europa.

Nata nel 2010, all’inizio essa era costituita da un gruppo di organizzazioni che si preoccupavano delle implicazioni dei regolamenti europei riguardanti l’agricoltura organica sulle loro attività. Poi queste organizzazioni hanno fondato l’EOCC, un’organizzazione non governativa “per aumentare l’affidabilità delle attività di controllo e certificazione e delle decisioni in materia di agricoltura biologica europea“.

Evidentemente l’EOCC – con l’accumulo d’esperienza in questo campo specifico – alla fine è stato ufficialmente riconosciuto dalla Commissione Europea, diventandone partner per il dialogo con i gruppi della società civile alla Direzione Agricoltura.

L’EOCC si occupa del controllo e della certificazione della produzione organica. Questo processo si basa sulla richiesta dell’operatore agricolo che voglia ottenere il riconoscimento del proprio standard di produzione organica in linea con i parametri definiti dalle legislazioni europee e da quello dell’ente certificatore. La certificazione, una volta ottenuta, è soggetta a verifiche annuali e i controlli sono effettuati da organismi accreditati dallo stesso EOCC. Tutta la filiera produttiva e le autorità di controllo sono menzionati sull’etichetta del prodotto.

La struttura dell’EOCC è abbastanza semplice:

  1. Un’Assemblea Generale annuale dei rappresentanti dei membri delle associazioni in cui si definiscono gli orientamenti politici generali, si eleggono i membri del Consiglio d’Amministrazione e si decidono i gruppi di lavoro col relativo mandato e i poteri.
  2. Un Consiglio d’ Amministrazione che cura l’attività quotidiana e attua le decisioni dell’Assemblea generale. I membri del Consiglio sono eletti per una durata di tre anni e possono essere rieletti due volte. L’attuale presidente del Consiglio d’Amministrazione dell’EOCC è un italiano, Fabrizio Piva.

Le associazioni che partecipano all’EOCC provengono da 25 nazioni, di cui 21 europee e poi da USA, India, Ucraina e Turchia. Per l’Italia vi sono cinque associazioni ufficialmente riconosciute come enti certificatori: BioAgriCert,  Bios, CCPB, ICEA e infine uno specifico che menziona il suolo Associazione Suolo e Salute.

Annunci