non siamo soli!

Iniziativa 4 per 1000: Riunione dell’Iniziativa a Bonn 16 novembre 2017

Si è svolta a Bad Godesberg (Bonn) la seconda riunione del Forum e la terza riunione del Consorzio “Iniziativa 4 per 1000”. La presenza di Ministri e autorità nella sezione iniziale, sottolinea l’importanza che l’Iniziativa ha acquisito a livello di Stati e Governi. Ne è ulteriore prova l’ingresso dell’Olanda come membro ufficiale dell’Iniziativa.

Le relazioni del Segretariato e del Comitato scientifico tecnico hanno illustrato le attività dell’ultimo anno. In sintesi: un Forum attivo che pragmaticamente ha consolidato la struttura organizzativa dell’Iniziativa. Possiamo affermare che il lavoro finora effettuato da questi due segmenti ha realizzato i previsti obiettivi organizzativi.

Dagli interventi dei vari responsabili è anche emersa la preoccupazione di evitare sovrapposizioni o potenziali conflitti con azioni già esistenti della FAO, della Commissione Europea o di altre organizzazioni internazionali. La disponibilità alla collaborazione e alla sinergia viene offerta e richiesta a tutti. Però, è evidente che con lo schema classico con cui si è strutturata l’Iniziativa 4×1000, si debba prima a poi arrivare ad un confronto con le organizzazioni che da anni si occupano delle stesse tematiche.

Rimane inoltre ancora parzialmente nebuloso come concretizzare l’obiettivo principale dell’Iniziativa: aumentare del 4 per 1000 l’accumulo di carbonio nei suoli. Va forse definito meglio quale contributo attivo è richiesto agli agricoltori e agli attivisti che sono partner dell’Iniziativa. Alcuni suggerimenti – purtroppo non valorizzati a causa del limitato tempo a disposizione per la loro analisi e presentazione – sono emersi nei brainstorming organizzati per i 6 gruppi di partner: i) organizzazioni internazionali; ii) Banche e fondazioni; iii) Istituti di ricerca e di educazione; iv) agricoltori/allevatori/forestali; v) Società Civile e ONG; vi) Aziende e Gruppi privati.

Tre le domande cui ogni gruppo era sollecitato a rispondere:

  1. Come l’Iniziativa 4×1000 può facilitare un’azione comune a tutti i livelli?
  2. In quanto attore, come puoi impegnarti nella concretizzazione dell’azione comune?
  3. Quali condizioni possono facilitare o rallentare le azioni?

Interessante il dibattito del gruppo delle società civile e delle organizzazioni non governative. Esse proponevano una nuova e importante azione di comunicazione dell’Iniziativa che portasse – usando la piattaforma elettronica ancora in preparazione – a organizzare dibattiti, analisi e ricerche basate su una partecipazione volontaria ripartita non geograficamente – come è attualmente proposto – ma tematicamente. L’obiettivo è di fare interagire gli attori interessati ad una comune tematica, dal livello governativo a quello degli attivisti sul terreno. Una strutturazione tematica permetterebbe quindi uno scambio di apprezzamenti e di contributi attualmente non facile tra i gruppi sopracitati e creati per altri scopi.

Con la piattaforma si potrebbero ottenere gruppi virtuali di analisi / studio su diversi soggetti da far gestire ai partecipanti stessi. Esempi di gruppi, coloro che vogliano lavorare su: struttura del suolo; biodiversità del suolo; approccio basato sul coltivare il suolo piuttosto che le piante; … Tali dibattiti potrebbero essere strutturati dagli attori interessati indipendentemente dalla loro dislocazione fisica o dalle loro attuali attività o responsabilità.

Il Forum, con la sua piattaforma elettronica, potrebbe diventare allora il punto di riferimento dove dibattere liberamente novità, approcci, idee con il comune obiettivo di aumentare del 4 per 1000 il carbonio nel suolo e diminuire drasticamente i problemi dovuti al cambiamento climatico.

QUI Rapporto della Attività 2016-2017 dell’Iniziativa (versione inglese, quella francese è disponibile su richiesta a suolo.europa@gmail.com).