istituzioni europee

Simposio Suoli Vivi e 2a Conferenza su Biodiversità Globale del Suolo

Lo scorso ottobre è stato un mese particolarmente “fertile” per il suolo. Oltre alle iniziative della Presidenza estone dell’Unione Europea (di cui abbiamo parlato nel Bollettino del 1 novembre scorso) vi sono state il Simposio in Canada e la conferenza sulla biodiversità dei suoli in China.

“Simposio sui suoli vivi” organizzato dall’Università Concordia di Montreal dal 13 al 15 ottobre. Non è stato un incontro riservato a ricercatori e scienziati. Sebbene si inserisca nella cornice delle attività e dibattiti in corso a livello internazionale (Iniziativa 4×1000, Colloquio FAO sul Carbonio Organico e quello sulla Sicurezza Alimentare, …), l’iniziativa ha messo al centro del suo dibattito l’ascolto della Società Civile. In effetti è un dato di fatto che iniziative, esperienze e proposte per la protezione dei suoli e della sua fertilità vengano poste in essere principalmente dalla società civile che ha fatto sua la necessità di porre sempre maggiore attenzione alla salvaguardia e rigenerazione dei suoli.

Il Simposio si svolto attorno a 4 argomenti principali:

  1. Ciclo degli elementi nutritivi
  2. La filtrazione e la capacità di ritenzione dell’acqua
  3. L’inibizione di parassiti e di malattie per piante, animali e esseri umani
  4. Sequestro dei gas a effetto serra e produzione di gas puliti

I 400 partecipanti hanno discusso seguendo moduli basati quasi esclusivamente su assemblee plenarie. Ne è scaturita una volontà di dialogo e di confronto da perpetuare nel tempo.

Questo confronto tra società civile e struttura di ricerca è sicuramente un esempio da seguire. Permette di aprire il mondo accademico al confronto con gli attori diretti sul terreno, al contempo di chiarire cammini, scopi, rischi da affrontare per assieme trovare e sperimentare soluzioni. È quello che cerca di fare, nel suo piccolo, anche il Forum SIP.

Maggiori informazioni: Prof. Gabrielle Bastien gabrielle@livingsoilssymposium.ca

La 2a Conferenza su Biodiversità Globale del Suolo (Global Soil Biodiversity) si è tenuta il 15-19 Ottobre 2017 a Nanchino in China. Sull’importanza della biodiversità nei suoli non si esprimono più né dubbi né timori. Serve un ripensamento totale dell’approccio agricolo imperniato sulla produzione e non sulla conservazione del suolo.

Più di mille i partecipanti, principalmente ricercatori e accademici, in provenienza da oltre 47 paesi di tutti i continenti. Dibattiti plenari, sessioni, workshop, posters hanno fornito il quadro complessivo e completo della problematica del suolo e della sua biodiversità. Partendo dalla relazione tra la biodiversità del suolo e gli obiettivi dello sviluppo sostenibile fino ad arrivare al futuro della biodiversità del suolo, ma passando dal contributo all’agricoltura sostenibile, al ciclo globale biogeochimico, al rafforzamento dei servizi ecosistemici, alla salute ambientale, ai metodi di valutazione, al collegamento tra struttura e funzioni, ai legami sopra e sotto la superficie, fino ad arrivare a tracciare la dinamica ecologica e la sua evoluzione e all’ottenimento di strumenti operativi (toolbox).

Impossibile riassumere la quantità di informazione, dati e proposte fornite durante il convegno. Gli interessati troveranno maggiori dettagli acquisendo il volume della conferenza in preparazione e previsto disponibile entro dicembre 2017. La terza conferenza è programmata per il 2020.

Programma con sintesi dei maggiori interventi http://ddl.escience.cn/f/PsCF