bollettino

Bollettino n. 46

BUONA PASQUA !

01/04/2018

1.ESPERIENZE: Raccomandazioni dai Professionisti per l’Italia e dall’ASviS

2.NOTIZIE DAL FORUM SIP:

3.NOTIZIE SU SUOLO E ISTITUZIONI EUROPEE: Economia Circolare

4. NON SIAMO SOLI

Pubblicità
esperienze in Italia

Raccomandazioni dai Professionisti per l’Italia e dall’ASviS

Ammettiamolo: chi si occupa di suolo, paesaggio e territorio spesso si sente una Cassandra che parla nel deserto. Invece, ogni tanto si scopre che c’è qualcuno che ha “ascoltato” e ha fatto propri alcuni dei principi e valori proferiti.

Abbiamo letto con piacere il documento che il Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi Professionali (CUP) e la Rete delle Professioni Tecniche (RPT) hanno presentato alla stampa e ai rappresentanti delle professioni lo scorso 21 febbraio. Il documento si intitola: Professionisti per l’Italia – Idee per la modernizzazione del paese.

Undici sono le tematiche da loro proposte. Attiriamo l’attenzione sulle seguenti: Continua a leggere “Raccomandazioni dai Professionisti per l’Italia e dall’ASviS”

Forum SIP

Proposta legge del Forum per fermare il consumo del suolo

Pubblicata un mese prima delle elezioni politiche italiane, ripresa da giornali e media, la proposta di legge del Forum ha attirato l’attenzione del mondo politico e mediatico.

Come già accennato nel Bollettino precedente, la proposta di legge del Forum ha valore universale ed è valida per un contesto ben più vasto che non la sola Italia.

La sua presentazione ufficiale è avvenuta il primo marzo a Roma nella sala Igea di Palazzo Mattei di Paganica dell’Istituto della Enciclopedia Italiana – Treccani.

Qui la registrazione video dell’evento de 1° marzo, suddivisa per interventi e accessibile anche direttamente dal sito di Salviamo il Paesaggio in cui è inoltre possibile trovare una sezione specifica con diversi documenti di approfondimento sulla Proposta di Legge.

Forum SIP

Clausola di arbitraggio internazionale – incompatibile con l’UE !

Nel passato ci siamo già occupati della clausola di arbitraggio internazionale indicandola come l’ulteriore meccanismo inventato a protezione delle multinazionali dalle politiche a difesa dei diritti umani e dell’ambiente. Tale meccanismo è stato ora definito come incompatibile col diritto europeo dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea (CJUE).

La sua sentenza del 6 marzo 2018 ha chiarito che “la clausola compromissoria contenuta nel trattato bilaterale sugli investimenti pregiudica l’autonomia del diritto dell’UE e non è quindi compatibile con esso.”  Questa è la prima volta che la Corte si pronuncia sul meccanismo di regolamentazione delle controversie tra compagnie investitrici e Stati. Continua a leggere “Clausola di arbitraggio internazionale – incompatibile con l’UE !”

istituzioni europee

Economia Circolare

È un momento “positivo” per il rilancio dell’economia circolare nell’Unione Europea. Nell’arco di poche settimane si è vista la preparazione di una specifica risoluzione del parlamento europeo, l’approvazione della tanto attesa strategia per la plastica, una comunicazione riguardante soluzioni possibili alle questioni che emergono all’interfaccia tra i testi legislativi relativi alle sostanze chimiche, ai prodotti e ai rifiuti. Il tutto scaturito dal rapporto della Commissione Europea sull’attuazione del piano d’azione per l’economia circolare del gennaio 2017 (COM 2017-33 final).

A ciò s’aggiungono conferenze riunioni dibattiti. Menzioniamo solo: la conferenza del 20-21 febbraio a Bruxelles quale riunione della piattaforma delle parti interessate all’economia circolare; la Terza Conferenza sui cambiamenti circolari – Sviluppo di tabelle di marcia economiche circolari (Third Circular Change Conference – Unfolding Circular Economy Roadmaps) in Slovenia il prossimo 10 e 11 maggio[6].Serve tutto ciò? Sicuramente, nel lungo termine. Necessitano però impegno e coinvolgimento delle varie istituzioni locali e comunali per poter arrivare alle persone. Il rischio è il disinteresse e la non partecipazione col la messa in opera di un reale controllo democratico da parte dei singoli e dei gruppi. Senza il loro coinvolgimento il suolo continuerà ad essere il contenitore di tutte gli elementi più inquinanti prodotti dall’attività umana. L’utilizzazione dei fanghi di depurazione in agricoltura e i valori di concentrazione ammissibili dei fanghi pesanti, restano temi principali in materia di protezione del suolo e di sicurezza alimentare. La cosiddetta “Terra dei Fuochi” in Italia ne è un esempio inequivocabile e sfortunatamente non più isolato. Un’economia circolare non può basarsi solo sulla buona volontà.

non siamo soli!

La gestione sostenibile degli spazi verdi nelle aree urbane

Lo scorso 27 Febbraio si è tenuto il Webinar[1]La gestione sostenibile degli spazi verdi nelle aree urbane”. Si tratta del primo appuntamento formativo organizzato da PAN Europe nell’ambito della campagna “Città Libere dai Pesticidi”. PAN Europe è una ONG con sede a Bruxelles impegnata dal 1987 nella lotta contro l’utilizzo dei pesticidi chimici (vedi presentazione del PAN Europa nel Bollettino n. 40 del 1 ottobre 2017).

La Rete Europea delle Città Libere dai Pesticidi è il progetto PAN che nasce con l’obiettivo di riunire una massa critica di Comuni impegnati ad eliminare l’uso degli antiparassitari e fornire una piattaforma europea all’interno della quale condividere esperienze, pratiche e conoscenze, ricevendo un supporto reciproco. Continua a leggere “La gestione sostenibile degli spazi verdi nelle aree urbane”

non siamo soli!

Iniziativa 4 per 1000: Workshop a porte chiuse con potenziali investitori

L’8 febbraio 2018 si è tenuto un workshop a Londra, ospitato dal Centro Hoffmann per l’economia delle risorse sostenibili, e organizzato congiuntamente da The Nature Conservancy, Cornell University e 4 per 1000 Initiative.

L’evento, la cui partecipazione era solo su invito, ha affrontato la possibilità di creare sinergie tra potenziali investimenti e l’azione di stoccaggio / sequestro del carbonio organico nel suolo. Si è cercato cioè di creare una maggiore comprensione dei risultati scientifici che si occupano del carbonio nel suolo per responsabili – pubblici e privati – delle decisioni di vari settori economici.

Questo incontro si è effettuato secondo la regola del Chatham House che prevede di lasciar esprimere liberamente i partecipanti senza registrazione di cosa è stato detto e di chi lo ha detto. Solo il documento finale contente il risultato del dibattito viene reso pubblico. Continua a leggere “Iniziativa 4 per 1000: Workshop a porte chiuse con potenziali investitori”

English

Newsletter n. 45

A sign at the entrance of a forest reads:

“Animals don’t soil the forest, but humans do. We kindly ask you to behave like the animals.”

 

16/03/2018

1.EXPERIENCES: We welcome the law proposal to halt land consumption!

2.NEWS FROM THE SIP FORUM:

3.NEWS ON SOIL AND EUROPEAN INSTITUTIONS: Implementation of the directive on environmental liability

4.WE ARE NOT ALONE!: