Forum SIP

Programma di Lavoro 2020 del GSE

Abbiamo imparato molto dal nuovo metodo di consultazione utilizzato per definire il Programma Lavoro GSE 2020 (GSE). Il modo è interattivo e permette una maggiore partecipazione. I risultati sono stati messi immediatamente a disposizione, e un’analisi più accurata permette di definire il quadro operativo per il 2020 per tutto il GSE e non solo.

In sintesi:

A) Si considera positivamente o fondamentale:

  • la fusione tra GSE – creato cinque anni fa – e la Rete GSE – nata dalla decisione dell’ultima Assemblea del Forum SIP a Milano lo scorso ottobre;
  • l’aumento dei referenti del GSE ad almeno sei persone;
  • la creazione di un Forum europeo simile a quello SIP col comune obiettivo di ottenere una Direttiva europea sul suolo;
  • il gemellaggio tra associazioni territoriali italiane e equivalenti europee;
  • un dialogo che coinvolga i diversi utilizzatori del suolo (costruttori, amministratori, agricoltori, rappresentanti della società civile, …)
  • la partecipazione ad azioni a livello europeo in quanto patrimonio comune di tutto il Forum SIP e del GSE.

B) Tre sono gli obiettivi prioritari che emergono nettamente dalla consultazione:

  • Sviluppare azioni di pressione politica a livello delle diverse istituzioni Europee (Commissione, Consiglio, Parlamento, Comitato delle Regioni, Comitato Economico e Sociale, …)
  • Sviluppare un dialogo con i vari attori interessati al suolo: costruttori, agricoltori, amministratori, accademici, pianificatori, società civile, …
  • Rappresentare ufficialmente il Forum SIP nelle azioni europee e internazionali.

C) Si indicano come partner potenziali per le azioni a livello europeo innanzitutto le associazioni non governative che già si occupano di ambiente. Solo successivamente si considerano gli studenti e le giovani generazioni, seguite da organizzazioni non ambientaliste, da dipartimenti universitari e da comitati di cittadini.

D) Un’attività ritenuta rilevante è indurre i Parlamentari Europei a prendere iniziative per la difesa di suolo, allo stesso tempo associarvi specifiche azioni di controllo e di sostegno alle loro iniziative, accompagnate da contatti diretti.

E) Per quanto riguarda la dimensione culturale, si ritiene importante che il GSE contatti le Direzioni Generali delle istituzioni europee preposte alla cultura e all’educazione. Ciò per offrire opportunità e facilitare contatti tra artisti e comunicatori culturali di varie nazionalità già sensibili alla tematica suolo. In parallelo organizzare incontri, convegni, spettacoli, attività con artisti e comunicatori.

F) Per inserire il suolo/territorio/paesaggio nelle attività scolastiche e in specifici momenti di comunicazione, il sondaggio indica come attori primari le associazioni territoriali locali del Forum SIP seguiti in particolare dal il neo costituito “gruppo educativo” dello stesso Forum SIP.

G) Per interessare le nuove generazioni emerge significativamente il loro coinvolgimento attraverso l’uso dei social media, ma anche le altre proposte (messa a disposizione di fondi, tesi di laurea, stage retribuiti, borse di studio, …) sono considerate opzioni positive.