Forum SIP

No all’obsolescenza programmata!

Il Parlamento europeo voterà in seduta plenaria, probabilmente entro novembre, una risoluzione sul “diritto a essere riparato” già approvata in commissione ENVI.

Per affrontare l’obsolescenza programmata, è necessario considerare la limitazione delle pratiche che riducono intenzionalmente la durata di un prodotto. In una risoluzione sul Mercato Unico sostenible, i deputati del Parlamento europeo chiedono alla Commissione europea di prevedere per i consumatori un “diritto alla riparazione”, cioè di rendere le riparazioni più attraenti, sistematiche ed efficienti in termini di costi.

Inoltre, chiedono di prendere in considerazione l’etichettatura di prodotti e servizi in base alla loro durata (ad esempio un contatore d’uso e la chiara informazione sulla durata stimata di un prodotto). Ciò faciliterebbe i mercati per i beni di seconda mano e promuoverebbe pratiche di produzione più sostenibili. Infine, per ridurre i rifiuti elettronici, i deputati chiedono di insistere ancora su un sistema di ricarica energetica comune, che doveva già essere in atto in particolare da parte dei produttori di componenti elettronici.

Non è mai troppo tardi per combattere l’obsolescenza programmata!