Bollettino n. 48

01/06/2018

 

1.ESPERIENZE: Produrre cibo senza suolo

2.NOTIZIE DAL FORUM SIP:

3.NOTIZIE SU SUOLO E ISTITUZIONI EUROPEE: Relazione sull’attuazione del 7° programma d’azione per l’ambiente

4.NON SIAMO SOLI!

Annunci

Produrre cibo senza suolo

Alcuni lettrici e lettori ci hanno invitato a rispondere a questa domanda: “Perché preoccuparsi del suolo quando il futuro della produzione alimentare sarà fatto in industrie/fattorie dentro edifici chiusi e ipercontrollati?”.

Non è una domanda provocatoria, al contrario testimonia di una realtà che si sta affermando sempre più concretamente. Basti osservare il video su YouTube dove in poco più di tre minuti vengono presentate vere fattorie agricole sviluppatesi in capannoni industriali. Appositamente strutturati, questi siti chiusi ospitano grandi pancali metallici o speciali strutture ove crescono piante senza suolo e con speciali meccanismi che distribuiscono alle radici acqua nebulizzata contente le sostanze necessarie per il loro sviluppo. Vengono recuperati sia i substrati inerti che l’acqua “irrigua”, viene controllata l'”insolazione” con speciali specifiche lampade, non c’è nessun rischio di insetti o malattie. Inoltre si facilita la lavorazione per l’uomo (altezze dei pancali, avanzamento e innalzamento automatici, …) e  tutto è controllabile tramite appositi sensori collegati a specifici computer e relativi programmi. Non siamo su Marte, bensì nel cuore di metropoli che possono a loro volta distribuire i loro prodotti quasi a km 0. Continua a leggere “Produrre cibo senza suolo”

Forum SIP: Nessun dorma …

Dopo la pubblicazione della Proposta di Legge del Forum, si sono tenute assemblee, riunioni, dibattiti e discussioni in varie città italiane. Siamo però di fronte ad una situazione politica purtroppo ancora incerta. Il programma del prossimo Governo è una lista di intenzioni positive e il suolo vi è espressamente e lungamente menzionato (Capitolo 4 – Ambiente, green economy e rifiuti zero) e con dovizia di particolari. Alcuni punti riprendono i concetti presenti nel testo della proposta di legge del Forum SIP.

Possiamo forse rallegrarcene, ma non possiamo sperare che da sola l’iniziativa politica si faccia carico di varare una nuova legge sul suolo. Non è avvenuto finora e non avverrà se la società civile non si appropria dei principi di salvaguardia di suolo territorio e paesaggio presenti nella proposta di legge del Forum. Continua a leggere “Forum SIP: Nessun dorma …”

…. Informazione sotto silenzio – 2° Avvertimento degli Scienziati

Non ha attirato l’attenzione dei media mondiali il secondo appello di scienziati ed accademici sullo stato del pianeta. Eppure oltre 15.000 di loro di 184 nazioni hanno sottoscritto il “Secondo Avvertimento” per mettere in guardia circa i rischi per l’umanità. A quanto pare in Italia ci possiamo sentire scusati, essendo troppo occupati a seguire l’esclusione dai mondiali di calcio e l’accidentato percorso per elezioni e formazione del nuovo governo …

Questo è il secondo Avvertimento, il primo del 1992 era stato firmato da “soli” 1700 scienziati. Ma già allora veniva allertato il mondo intero circa il degrado delle risorse naturali. Il nuovo appello è ancora più agghiacciante. La lista dei problemi da affrontare lo evidenzia in maniera tanto sintetica quanto drammatica: Continua a leggere “…. Informazione sotto silenzio – 2° Avvertimento degli Scienziati”

Relazione sull’attuazione del 7° programma d’azione per l’ambiente

Come illustrato in precedenti articoli, la Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea (DG Ambiente) agisce in base a programmi pluriennali che vengono approvati dall’Unione Europea. L’attuale, il 7° Programma d’azione per l’ambiente (2014-2020), dettaglia gli obiettivi che l’Unione Europea e gli Stati Membri devono conseguire entro il 2020.

È interessante percorrere la relazione della valutazione del Programma d’azione formulato dall’ENVI (la Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare del Parlamento Europeo). Basandosi su vari rapporti effettuati dalle istituzioni europee (DG Ambiente, Corte dei Conti, Agenzia Europea dell’Ambiente, …), la relazione traccia la situazione per i singoli obiettivi del programma e formula raccomandazioni per una migliore attuazione dei futuri programmi d’azione. Ufficialmente approvata a fine febbraio, quasi all’unanimità con 1 solo voto contrario e 3 astenuti, la relazione dell’ENVI contiene la proposta di risoluzione del Parlamento Europeo. Continua a leggere “Relazione sull’attuazione del 7° programma d’azione per l’ambiente”

NON SIAMO SOLI!

Quasi una buona notizia…

Nel Bollettino di Novembre 2017 abbiamo illustrato la lotta dei difensori della Foresta di Bialowieza in Polonia. I tagli degli alberi sono stati definiti illegali da parte della Corte Europea della Giustizia e si deve interrompere immediatamente lo sfruttamento della foresta o vi saranno da pagare forti ammende oltre a incorrere in pene detentive. Il Governo polacco è stato così obbligato a intervenire per fermare i lavori già iniziati.

Purtroppo peró, se la foresta comincia ad essere protetta, non succede lo stesso per coloro che si sono battuti contro questa speculazione. I loro atti di disobbedienza civile infatti sono considerati passibili di condanne e inoltre loro stessi continuano a ricevere minacce e violenze. I processi contro di loro stanno già per cominciare, come se fossero loro i responsabili dello sfruttamento abusivo… Non è certo il momento per lasciarli soli!

https://act.wemove.eu/campaigns/defense-foret

Reti europee

Nel precedente Bollettino abbiamo presentato la struttura di Terre de Liens in Francia. Ci è stato chiesto di fornire maggiori informazioni sulla struttura a livello europeo. In effetti la rete europea creatasi comprende varie associazioni in altri paesi europei, Italia compresa.

Per informazione, ma senza voler essere esaustivi, riportiamo qui sinteticamente quelle più note, invitando i lettori a visitare i rispettivi siti web che contengono molti più dettagli su attività, progetti e formazioni.

Belgio

Terre-en-vue è simile come struttura a quella francese (ONG, cooperativa, fondazione) ed opera nella parte francofona e si è associata con la fiamminga Continua a leggere “Reti europee”

Iniziativa 4 per 1000: Regeneration International

Conservare il carbonio nei terreni è la sfida per il clima e per il cibo che si è data l’Iniziativa 4 per 1000. Al di là dei sostegni politici e internazionali che questa iniziativa ha suscitato, essa ha ottenuto un forte appoggio da parte di Regeneration International. Si tratta di un’organizzazione internazionale non governativa e senza scopo di lucro che ha come membri nomi conosciuti da tutti, come Andre Leu, Vandana Shiva, Hans Herren …

Regeneration ha per obiettivo di rilanciare le pratiche agricole rigenerative per far rivivere le economie locali e per ricostruire la fertilità del suolo e la biodiversità. In un ecosistema globale sano, l’agricoltura rigenerativa e le pratiche di uso del suolo danno nuova energia al pianeta e permettono di alimentare il mondo in un contesto di salute pubblica, prosperità e pace. La sintesi sta nel loro motto: “Cool the Planet. Feed the world.” (Raffredda il pianeta. Nutri il mondo). Continua a leggere “Iniziativa 4 per 1000: Regeneration International”