non siamo soli!

Perché i ministri italiani non rispondono?

Lo scorso 28 febbraio il Forum Salviamo il Paesaggio ha ufficialmente inviato una lettera – via posta elettronica certificata – al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa, e al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, Gian Marco Centinaio, sollecitando l’adesione formale dell’Italia all’Iniziativa 4per1000.

Non abbiamo ricevuto nessuna risposta. Sono cose come queste che inducono i cittadini italiani a considerarsi “abbandonati” da una amministrazione che ti ignora e non ti considera.

I nostri politici spesso incolpano Bruxelles e i suoi funzionari di quasi tutti i malori italiani attuali. Li indicano con l’appellativo dispregiativo di “eurocrati”. Pochi riflettono sul fatto che “Bruxelles” non è un’entità astratta, bensì un insieme di istituzioni create al fine di fare convivere i 500 milioni di persone dei suoi Stati Membri, nel rispetto delle diverse culture, lingue e identità. Bruxelles non esiste in quanto istituzione unica e centralizzata di potere. Esistono le istituzioni comunitarie che hanno compiti e obblighi dettati dagli Stati Membri, istituzioni che non hanno una reale autonomia, poiché tutto viene discusso, negoziato, deciso dai rappresentanti degli Stati Membri. Vale per il Parlamento, il Consiglio, la Commissione, il Comitato Economico e Sociale, il Comitato delle Regioni, solo per nominare alcuni degli organismi più rappresentativi. Continua a leggere “Perché i ministri italiani non rispondono?”

istituzioni europee

Urban sprawl e Urban Agenda

Rapporti sulla cementificazione e sull’espansione delle città continuano ad essere regolarmente scritti e pubblicati. Continuano così ad accumularsi analisi, teorie, ipotesi, raccomandazioni, soluzioni possibili e/o creative, … Il problema è che restano tali, cioè relazioni o “fotografie” che non producono cambiamenti sostanziali all’impermeabilizzazione del suolo.

Segnaliamo comunque il rapporto dell’Agenzia Europea dell’Ambiente (EEA) Urban Sprawl in Europe (“Crescita urbana disordinata in Europa”) e quello del Comitato delle Regioni The growth potential of an integrated EU Urban Agenda (“Crescita potenziale di una agenda integrata urbana”).

Il primo è un nuovo rapporto – uscito nel giugno 2016 – che rilancia la problematica già segnalata nel 2006 sempre dall’EEA (dal titolo “La sfida ignorata”). Si acquisiscono dati su 32 paesi europei, ma la conclusione è sempre la stessa: sebbene la crescita urbana sia riconosciuta come una sfida per uno sviluppo equilibrato, non  esistono – e sono sempre più necessarie ed urgenti – delle azioni efficaci di limitazione e di controllo. Continua a leggere “Urban sprawl e Urban Agenda”

istituzioni europee

TESTO DI RIFERIMENTO: IL TITOLO XX DEL TRATTATO DELL’UNIONE EUROPEA (TUE)

Riportiamo il testo che si occupa di suolo nel Trattato dell’Unione Europea.

Si trova nel Titolo XX ed è la prima ed unica volta che vi si parla di suolo e territorio:

“…, il Consiglio, deliberando all’unanimità secondo una procedura legislativa speciale e previa consultazione del Parlamento europeo, del Comitato economico e sociale e del Comitato delle regioni, adotta: Continua a leggere “TESTO DI RIFERIMENTO: IL TITOLO XX DEL TRATTATO DELL’UNIONE EUROPEA (TUE)”

istituzioni europee

COMITATO DELLE REGIONI (CoR): i membri italiani della commissione ENVE

L’Italia nel CoR conta 43 membri, tra titolari e supplenti.

Essa segue molto da vicino le politiche relative al suolo e prepara le analisi da sottoporre all’approvazione nelle assemblee plenarie. Alleghiamo la lista degli 8 membri italiani dell’ENVE e attiriamo l’attenzione sul fatto che la sua presidenza è andata a un membro italiano.Membri Italiani della Commissione ENVE del CoR