Forum SIP

La tecnologia energetica che si basa sul geotermico profondo

La pubblicita` è l’anima del commercio, allo stesso tempo può attirare l’attenzione su novità e soluzioni ancora non esistenti. Ci riferiamo alla tecnologia che si basa sul geotermico profondo ed è stata presentata recentemente anche in Europa.

Siamo soliti parlare di energia geotermica da profondità di poche decine di metri o della cattura e trasformazione di fonti calde geotermali. La novità viene ora da una tecnologia sperimentata da ricercatori canadesi che catturano l’energia termica da profondità chilometriche. L’idea è stata sviluppata studiando le tecnologie di fracking per l’estrazione di gas o petrolio dalle rocce del sottosuolo. Secondo i canadesi questa nuova tecnologia permette di convogliare il calore termico esistente a grandi profondità verso delle turbine al fine di trasformarlo in energia, in questo caso pulita e non inquinante e potenzialmente inesauribile. Infine, non si sarebbe più soggetti alle casualità del clima come nel caso dell’eolico e del solare. Sembra si siano risolti i problemi legati alla perforazione e canalizzazione delle sorgenti termiche di calore.

Ma occorrerà consumare nuovo suolo fertile? Il sito web nel filmato risponde di no, anzi l’attività si potrebbe concentrare in aree dismesse urbane. Vedere per credere?

non siamo soli!

HEAL – Alleanza Salute Ambiente

L’ultima pandemia ci obbliga a riflettere profondamente sulla relazione tra salute e ambiente. Chi si occupa in particolare di questo specifico rapporto è HEAL, l’Alleanza Salute Ambiente, alias una struttura non profit che raccoglie 90 organizzazioni di otre 50 nazioni d’Europa.

HEAL agisce per definire legislazioni e politiche che promuovono la salute umana e planetaria e proteggono le persone più colpite dall’inquinamento. Così HEAL “integra la prevenzione sanitaria nella politica ambientale, nella pianificazione urbana e nello sviluppo sostenibile informando e responsabilizzando le persone e i responsabili politici sui benefici per la salute derivanti dalla riduzione dell’inquinamento ambientale.” Obiettivo è ottenere: “un mondo privo di sostanze chimiche dannose per la salute, dove l’aria che respiriamo e il cibo che mangiamo promuovono la salute; e un futuro in cui siamo passati a un’economia e uno stile di vita sostenibili privi di sostanze tossiche, decarbonizzati, resilienti ai cambiamenti climatici.”

Quattro sono i settori coperti dall’azione di HEAL: Salute e malattie; Sostanze chimiche tossiche; Clima e energia; Qualità dell’aria.

Quello che ha attirato la nostra attenzione è la campagna: “10 modi per proteggere la nostra salute e l’ambiente“.

Giustificazione: “Prevenire l’inquinamento ambientale può salvare vite umane. Esistono dati scientifici chiari su come l’inquinamento ambientale, i prodotti chimici atmosferici o persino il cambiamento climatico minacciano e influiscano sulla nostra salute. L’Europa ha una reale opportunità di proteggere e migliorare la salute degli europei e di prevenire gravi epidemie di malattie croniche: ecco dieci modi per farlo.”

1. Un pianeta sano per persone sane; 2. Protezione dei più vulnerabili; 3. Azione per il clima per la salute; 4. Un futuro senza EDC [EDC = Sostanze chimiche che interferiscono con il sistema endocrino]; 5. Ripulire l’aria che respiriamo; 6. Stop ai pesticidi per promuovere la salute; 7. Energia sana, rinnovabile ed efficiente; 8. Un futuro privo di sostanze tossiche; 9. Mobilità sana; 10. Un ambiente sicuro e privo di sostanze tossiche.

Forum SIP

ECTP – La piattaforma tecnologica europea per la costruzione, l’edilizia e l’efficienza energetica

La piattaforma tecnologica europea per la costruzione, l’edilizia e l’efficienza energetica (ECTP) esiste dal 2004. Vi aderiscono circa 150 organizzazioni membri di tutto il settore delle costruzioni e vede la partecipazione di grandi piccole e medie imprese, università, istituti di ricerca e associazioni professionali di 26 stati membri dell’Unione Europea. La piattaforma ha come obiettivo “lo sviluppo di nuove strategie di ricerca/sviluppo/innovazione per migliorare la competitività, soddisfare i bisogni della società e affrontare le sfide ambientali tra cui energia, cambiamenti climatici, efficienza e infrastrutture“. L’ECTP riconosce la necessità che la ricerca prenda decisioni strategiche oggi e a prova di un futuro più sostenibile per l’industria del domani.

Questa piattaforma è diventata un punto di riferimento europeo tanto per le istituzioni pubbliche quanto per le organizzazioni della società civile. Diventa allora rilevante analizzare e appropriarsi delle elaborazioni strategiche e programmatiche elaborate nel loro convegno che si tiene ogni due anni. L’ultimo, tenutosi il 13 e 14 novembre 2018 a Bruxelles, si è articolato in nove sessioni parallele: Continua a leggere “ECTP – La piattaforma tecnologica europea per la costruzione, l’edilizia e l’efficienza energetica”