English

Arbitration proceedings against Italy

TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership – USA) and CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement – Canada) news followers will be familiar with fierce debates regarding international court of arbitration. With this mechanism, private international companies can request compensation to a State for non-received profits against State decisions that can damage their private investments. In accordance with this instrument, both sides – claimant and respondent – name one lawyer to serve as a judge. Both of these judges then agree on a third judge. The three compose the specific court of arbitration.

The debates highlight many real cases of these arbitrations, affecting other nations and continents. Normally emerging countries are the first to be sued, followed lately by the richer nations such as Germany (fined with EUR 3.7 billion by Vattenfall for phasing out nuclear power) and Canada (fined with EUR 250 million by Lone Pine for limiting fracking). Continua a leggere “Arbitration proceedings against Italy”

Forum SIP

Tribunale d’arbitraggio tocca all’Italia

Chi segue i dibattiti sul TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership – USA) e sul CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement – Canada) avrà osservato che feroci discussioni si sono concentrate sul cosiddetto tribunale di arbitraggio. Questo è un fumoso meccanismo con cui una società privata internazionale può chiedere a uno Stato sovrano rimborsi da mancato introiti per disposizioni prese e che possano bloccarne o limitarne l’attività. Forse è bene ricordare che, in teoria, gli arbitri selezionati sono tre: uno ciascuno nominati dalle due parti in causa e il terzo individuato di comune accordo dai due arbitri scelti.

Nella discussione si portano esempi o riferimenti a situazioni reali che sono avvenute in altri continenti e nazioni. I primi a subire questi “arbitraggi” sono stati i paesi emergenti, poi via via i più ricchi come la Germania citata da Vattenfall per €3,7 miliardi a causa dell’uscita dal nucleare; o il Canada citato da Lone Pine per €250 milioni a causa della limitazione della fratturazione idraulica. Continua a leggere “Tribunale d’arbitraggio tocca all’Italia”